Chi siamo

DISTINGUE IL NOSTRO PARTITO: La linea da Marx Lenin alla fondazione dell’Internazionale comunista e del Partito Comunista d’Italia; alla lotta della sinistra comunista contro la degenerazione dell’Internazionale; contro la teoria del socialismo in un Paese solo e la controrivoluzione stalinista; al rifiuto dei fronti popolari e dei blocchi partigiani e nazionali; la dura opera del restauro della dottrina e dell’organo rivoluzionario a contatto con la classe operaia, fuori dal politicantismo personale ed elettoralesco

Sedi di partito e punti di contatto

MILANO, via dei Cinquecento, 25, citofono: Ist. Prog. Com. (zona Corvetto; MM3; Bus 95) — lunedì ore 21,00 
MESSINA (nuovo punto di contatto), Piazza Cairoli - l’ultimo sabato del mese, dalle 16,30 alle 18,30)
ROMA, presso "Libreria Anomalia", via dei Campani, 73 — primo martedì del mese dalle 17,30 
TORINO,  Prossimo incontro pubblico a Torino sabato 14 gennaio 2017, ore 15,30, c/o Circolo ARCI CAP, corso Palestro 3/3bis
BOLOGNA, c/o Circolo Iqbal Masih, via dei Lapidari 13/L (Bus 11C) - secondo e ultimo martedì del mese, dalle 21,30 (Gli incontri di Bologna, sono momentaneamente sospesi. Non appena sarà possibile riprenderli, lo comunicheremo)
BENEVENTO, presso Centro sociale Asilo Lap31, Via Bari 1 - il primo Venerdì del mese, dalle ore 19.00.

Corrispondenza

Per la corrispondenza scrivere a:
Istituto Programma ComunistaCasella postale 272 - Poste Cordusio 20101, Milano.
Per brevi comunicazioni o per inviarci i vostri ordini (testi, giornali, articoli etc.) potete anche utilizzare il seguente indirizzo di posta elettronica
info@partitocomunistainternazionale.org
Contatti
Mercoledì, 19 Giugno 2019

Di prossima pubblicazione

E' in corso di stampa il n.10 della serie « Quaderni del Partito Comunista Internazionale », intitolato Perché la Russia non era socialista. Il volumetto, di 112 pagine, raccoglie alcuni dei testi più significativi sull'argomento, usciti sulla nostra stampa fra il 1952 e il 1991. Di seguito, riproduciamo il testo iniziale, le « Otto tesine sulla Russia », uscito su queste stesse pagine per l’appunto nel 1952, come parte del testo più esteso intitolato « Dialogato con Stalin »..

Tesi sulla Russsia (1953) 

  1. Il processo economico in corso nei territori dell’Unione russa si definisce essenzialmente come l’impianto del modo di produzione capitalistico in forma e con tecnica modernissima in paesi ad economia arretrata, rurale, feudale ed asiatico-orientale.
  2. Lo stato politico è bensì nato da una rivoluzione in cui il potere feudale è stato sconfitto da forze tra cui primeggiava il proletariato, era in secondo luogo il contadiname, ed era pressoché assente una vera borghesia; ma si è consolidato come un organo politico del capitalismo, a causa della mancata rivoluzione politica in Europa.
  3. Le manifestazioni e le sovrastrutture tutte di tale regime con le differenze dovute al tempo e al luogo, coincidono con quelle di tutte le forme di capitalismo prorompente ed avanzante nel ciclo iniziale.
  4. Tutta la politica e la propaganda di quei partiti che negli altri paesi esaltano il regime russo si sono svuotate del contenuto di classe e rivoluzionario e ripresentano un complesso di atteggiamenti “romantici”, superati e privi di vita nello svolgimento storico dell’occidente capitalista.
  5. L’affermata assenza attuale in Russia di una classe borghese statisticamente definibile non basta a contraddire le tesi precedenti, essendo fatto constatato e previsto molto prima della rivoluzione dal marxismo, ed essendo la potenza del moderno capitalismo definita dalle forme di produzione, e non da gruppi nazionali di individui.
  6. La gestione della grande industria da parte dello Stato non contraddice in nulla alle tesi precedenti, avvenendo sulla base del salariato e dello scambio mercantile interno ed esterno, ed essendo un prodotto della moderna tecnica industriale, identicamente applicata quale in Occidente, appena finalmente caduto l’ostacolo dei rapporti preborghesi di proprietà in Russia.
  7. Nulla dice in contrasto alle tesi precedenti l’assenza di una forma di democrazia parlamentare, la quale dovunque esiste non è che maschera della dittatura del Capitale, e che è superata e tende a sparire ovunque la tecnica produttiva per le ulteriori invenzioni si fonda su reti generali e non su installazioni autonome; mentre d’altra parte la dittatura palese è stata adottata da ogni capitalismo sorgente e nella fase di adolescenza.
  8. Ciò non autorizza a dire che il capitalismo russo è “la stessa cosa” di quello di ogni altro paese, poiché vi è differenza tra la fase in cui il capitalismo sviluppa le forze produttive e ne spinge l’applicazione oltre antichi limiti geografici, completando la trama della rivoluzione mondiale socialista; e quella in cui sfrutta le forze stesse in modo soltanto parassitario, mentre hanno già raggiunto e superato da tempo il livello che consente di volgerle al “miglioramento delle condizioni del vivente lavoro”, consentito solo alla forma economica non più fondata sul salario, mercato e moneta, proprio della sola forma socialista

(da “L’Orso ed il suo grande romanzo”, Il programma comunista, n.3/1953)

 

Partito comunista internazionale

                                                                           (il programma comunista)

International Press

 

                    

            

 

Incontri pubblici in evidenza

  • Torino,  Prossimo incontro a Torino 13-07-2019, dalle 13,00, c/o Bar "Pietro" Via San Domenico 34
  • Bologna- 16/06/2019 , dalle 10,00 alle 13,00 Presentazione del V volume della "Storia della Sinistra comunista - maggio 1922/febbraio 1923" presso la Casa del Popolo "20 Pietre" - via Marzabotto, 2, 40133 Bologna
  • Milano - 07/06/2019 , ore 17,30, Presentazione del V volume della "Storia della Sinistra comunista - maggio 1922/febbraio 1923" presso la "Libreria Odradek" - via Principe Eugenio 28 (tram 12, fermata MacMahon-Principe Eugenio, M5 Fermata Cenisio).

Pubblicazioni recenti

 

     
       

 


Facebook
Pin It

Informativa 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.  Per saperne di piu'